top of page
  • Immagine del redattoreChiara Albanese

Le BASI del Mindful Eating

Quante volte ti siedi a mangiare senza guardare il telefono o la Tv e quando non sei in movimento? Rallentare e prestare attenzione ai nostri pasti può aiutarci a sapere di cosa ha bisogno il nostro corpo e quando.



Quante volte ti sei fermata dopo esserti persa nei tuoi pensieri e hai trovato il sacchetto delle patatine vuoto senza nemmeno accorgerti di averle mangiate tutte?


Per vivere pienamente nel momento presente e risvegliare i nostri sensi è necessario frenare un po'. Non puoi sperimentare il viaggio quando il paesaggio sfreccia e ti mancano le informazioni essenziali di cui hai bisogno per creare la vita che desideri. Rallentare ti aiuta a notare come ti senti, cosa stai pensando e le sensazioni nel tuo corpo (come la fame e la pienezza), così come le immagini, gli odori e i suoni intorno a te. Questi messaggi sono indicazioni per la tua vita.


La verità è che non c'è niente da sistemare, ma molto da esplorare con curiosità e gentilezza.

Rallentando, ti metti nella posizione perfetta per ascoltare le risposte dall'interno che ti dicono cosa devi sapere sul cibo che mangi, ciò che il tuo corpo vuole e di cui ha bisogno e la verità su chi sei.


Rallentare ed esplorare i tuoi sensi mentre mangi è solo l'inizio. Rallentare ti aiuta a notare di più e ciò che noti può insegnarti molto sugli aspetti più importanti della vita. Le risposte ti stanno già aspettando; tutto quello che devi fare è rallentare per ascoltare.


Siediti e mangia


"Siediti e mangia", non vuol dire sederti in macchina e mangiare mentre guidi, sederti alla scrivania e mangiare davanti al computer, o sederti davanti alla TV e mangiare mentre guardi il tuo programma preferito. Ma significa sederti a un tavolo (preferibilmente in sala da pranzo o in cucina) e mangiare senza distrazioni di alcun tipo (anche di altre persone): solo tu e il tuo cibo e l'esperienza di notare e assaporare.


Sembra una grande richiesta. La maggior parte di noi mangia mentre fa altre cose. Sapevi che il 20% di tutti i pasti americani viene consumato in macchina? Alcune ricerche ci dicono che il 62% dei professionisti in genere pranza alla propria scrivania, un fenomeno che gli scienziati sociali chiamano "pranzo al tavolo". Questo sgranocchiare inconsciamente davanti a uno schermo (computer o TV) mentre lavori o sei distratta in altro modo, porta a mangiare più di quanto il tuo corpo ha bisogno o addirittura vorresti, se prestassi attenzione.


Lynn Rossy ha scritto un libro in cui spiega come rallentare e prestare attenzione ai nostri pasti può aiutarci a sapere di cosa ha bisogno il nostro corpo e quando.


Ecco alcuni estratti:

Metti da parte un po' di tempo in cui sarai senza altre distrazioni per circa 30 minuti. Scegli un alimento o un piatto che ti sembra delizioso e soddisfacente. Non deve essere un pasto gourmet, ma qualcosa di semplice con ingredienti genuini.

Usa le basi del Mindful Eating. Nota ogni volta che la tua mente si allontana dall'esperienza di masticare, assaggiare e assaporare. Va bene che la mente vaghi. Il tuo lavoro è solo quello di notare e continuare a tornare all'esperienza del mangiare e assaporare.


Le basi (BASICS) del Mindful Eating forniscono una linea guida per esercitarsi a "siediti e mangia". L'acronimo BASICS può guidarti prima, durante e dopo aver mangiato. Esercitarsi con queste istruzioni può cambiare per sempre il modo in cui si mangia.


B sta per Breathe and Belly Check Before You Eat (Respira e controlla la tua pancia prima di mangiare). Prima di mangiare, fai cinque respiri profondi. Nota se hai sensazioni di fame fisica, come un lieve gorgoglio o un morso allo stomaco. Quanta fame hai? Di cosa hai fame? Forse hai fame, o forse sei annoiata, stanca o stressata. Se hai fame, prenditi il ​​tuo tempo per scegliere il cibo che puoi gustare e assaporare. Se non sei affamata, forse c'è qualcos'altro che il tuo corpo desidera, come il movimento o il riposo.


A sta per Assess Your Food (Valuta il tuo cibo). Che aspetto ha il tuo cibo? Nota i colori. Sembra attraente? Di cosa odora? Da dove viene? È intero e non elaborato o è altamente elaborato? È questo il cibo che desideri davvero? Una breve pausa per valutare può darti molte informazioni.


S sta per Slow Down (Rallenta). Dopo aver determinato di essere fisicamente affamata e aver scelto cosa mangiare, rallentare può aiutarti a goderti il ​​cibo ed essere più attenta a quando il tuo corpo ti dice che ne ha avuto abbastanza. Per rallentare, metti giù la forchetta o il cucchiaio tra un boccone e l'altro, fai una pausa e fai un respiro tra un boccone e l'altro e mastica completamente il cibo.


I sta per Investigate Your Hunger Throughout the Meal (Indaga sulla tua fame durante il pasto).

Sii consapevole delle tue distrazioni e continua a riportare la tua attenzione a mangiare, assaporare e valutare la tua fame e sazietà durante il pasto. A metà strada potresti scoprire di non avere più fame, anche se c'è ancora del cibo nel piatto. Concediti il ​​permesso di smettere o continuare a mangiare in base alla consapevolezza dei tuoi segnali di fame e sazietà.


C sta per Chew Your Food Thoroughly (Masticare il cibo accuratamente)

Presta attenzione alla moltitudine di sensazioni a tua disposizione mentre mastichi. Quando hai masticato a fondo il cibo, il tuo corpo elaborerà il cibo in modo più efficiente e ne trarrà più valore nutritivo. Quando il tuo corpo è stato nutrito, te lo dirà dissipando i tuoi segnali di fame. Masticare a fondo aiuta anche a rallentare e gustare, migliora la salute dentale e risparmia alla pancia il disagio dell'indigestione.


S sta per Savor Your Food (Assapora il tuo cibo)

Il cibo è una parte meravigliosa della nostra vita. Assaporare il cibo significa prendersi del tempo per scegliere il cibo che ti piace davvero e che ti soddisferebbe in questo momento, scegliere cibo che onora il tuo corpo e le tue papille gustative ed essere pienamente presente per l'esperienza del mangiare e provare piacere in quell'esperienza. Ogni volta che ti siedi a tavola può essere un'occasione da assaporare.


Se volete approfondire potete leggere l’unico libro tradotto in italiano di Lynn Rossy “A tavola con la Mindfulness”

61 visualizzazioni

Kommentare


bottom of page